E così è terminato anche il 2019. Due parole di saluto. Non voglio scrivere di bilanci né di resoconti, solo che…

In realtà non voglio nemmeno essere melodrammatico e neppure un compiaciuto pessimista per cui cercherò di custodire gelosamente quanto il 2019 mi ha dato di buono. Vorrei anche lasciare da parte la famiglia, che è cosa mia e che non cessa mai di regalarmi nuove emozioni.

E quindi, che dire? È stato un anno ‘formativo’, definiamolo così, quindi tutto sommato, a modo suo, mi ha arricchito. Non fosse però che mi ha arricchito anche di pessime esperienze umane e personali, complice, e forse protagonista, la mia ingenuità, con la collaborazione della mia innata propensione alla fiducia nel prossimo.

Istintivamente, potessi tornare indietro, a molti bivi sceglierei l’altra strada, con la ragionevole prospettiva che difficilmente potrebbe essere peggiore; riflettendo meglio, spero sempre che tutto faccia parte di un progetto e che infine tutto concorre alla nostra storia, nel bene e nel male.

Resta solo, ahimè, l’amaro sospetto di uscirne una persona peggiore, più diffidente, sospettosa, chiusa e insensibile. Spero non sia così e mi consola sempre ripensare a quanto una collega mi disse: “se sei nato tondo, non puoi morire quadrato”. Ma non voglio nemmeno essere come molti sempre pronti a giustificarsi con uno scivoloso “io sono fatto così!”

E poi molte cose sono accadute: belle, meno belle e anche tragiche. È così che va e noi siamo la storia dei nostri giorni e del valore che siamo riusciti a dare loro.

Inizierà il 2020; non faccio propositi perché non ho niente da propormi, o meglio: niente di diverso.

Buon 2020 a tutti.

Pubblicità

2 pensieri riguardo “2020 Buon anno nuovo.

  1. buon anno anche a te… con annessi e connessi, sia un anno diverso dagli altri, di crescita, e sempre trovando il lato positivo dalle scelte che siamo volenti o nolenti chiamati a fare. A presto per un altro racconto.

    Piace a 1 persona

  2. Se mi ricordo come sei, se vedo quello che sei da quello che scrivi, non può andare così, non può un anno -per quante cose storte abbia contenuto- avere l’effetto di renderti peggiore, neppure di un pochino. Magari per un giorno, più amareggiato? Per una settimana più diffidente? Ma poi siamo altalene, che a volte tornano indietro, ma che possiamo spingere di nuovo più su.
    Staremo a vedere

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.